19 Maggio 2020 “Lattazione” autore sconosciuto, Pala di S. Bernardo con scene della sua vita, 1285-90, Museu de Mallorca, Palma, Majorca

SAN BERNARDO E IL MONDO CHIARAVALLESE

la Voce Misena

27 marzo 2014

due passi in collina

IITNERARI

Prima di avvicinarci al complesso monastico dell’Abbazzia di Chiaravalle in provincia di Ancona, mettiamo a fuoco la figura di San Bernardo, che molti, erroneamente, ritengono il fondatore stesso dell’Ordine monastico dei Cistercensi, che per secoli vennero chiamati semplicemente “i Bernardini”.

Attualmente le abbazie di Chiaravalle in Italia sono quattro. Esiste l’abbazia di Chiaravalle conosciuta anche come Santa Maria di Roveniano, che è un complesso monastico cistercense situato nel comune di Milano, fondata nel XII secolo direttamente da San Bernardo da Chiaravalle come filiazione dell’Abbazia di Cîteaux.

Abbazia di Chiaravalle Milanese
Abbazia di Chiaravalle Milanese

Praticamente gemella a questa è l’abbazia di Chiaravalle della Colomba, che è un’abbazia cistercense fondata nell’11 aprile 1136, situata ad Alseno in provincia di Piacenza.

Abbazia di Chiaravalle della Colomba ad Alseno in provincia di Piacenza

Nelle Marche poi c’è l’Abbazia di Chiaravalle di Fiastra, che sorge vicino alle sponde del fiume Chienti a Urbisaglia. Costruita in uno stile di transizione dal romanico al gotico rispecchiando in pieno l’influsso cistercense di sapore lombardo e “figlia” di quella di Milano.

Abbazia di Chiaravalle di Fiastra, che sorge vicino alle sponde del fiume Chienti a Urbisaglia

Clairvaux (Chiaravalle), nella diocesi di Langres, fu la prima abbazia fondata da San Bernardo che nacque nel 1090, a Fontaines, vicino a Digione. Nella primavera del 1113, Bernardo chiese di essere ammesso a Cîteaux. Stefano Harding abate di Cîteaux, riconobbe in lui un genio mandato da Dio e nel 1115 il giovane Bernardo, venticinquenne, diveniva fondatore e abate di Clairvaux.

Abbazia di Clairvaux (Chiaravalle), nella diocesi di Langres
Abbazia di Clairvaux (Chiaravalle), nella diocesi di Langres

Lo spirito del giovane abate attirò tante vocazioni che nel giro di soli tre anni Clairvaux poteva fondare la prima casa-figlia: Trois-Fontaines.

Apparizione della Vergine a san Bernardo di Chiaravalle Filippino Lippi, databile al 1482-1486 circa e conservato nella Badia Fiorentina a Firenze
Apparizione della Vergine a san Bernardo di Chiaravalle Filippino Lippi, databile al 1482-1486 circa e conservato nella Badia Fiorentina a Firenze

Sul soffitto, sull’arco trionfale che la delimita la cappella di San Bernardo, nel transetto sinistro della nostra Abbazia di Chiaravalle possiamo vedere: al centro lo stemma dell’ordine Cistercense e attorno le croci degli Ordini religiosi cavallereschi: dal basso a sinistra: Avis, S. Maurizio, Montesa, S. Michele; a destra, a discendere: del Cristo, del Tempio, Alcantara, Calatrava.

Gli abati delle varie abbazie fondatrici, erano tutti soggetti alla vigilanza dell’abate di Cîteaux (Cistercio), nella sua qualità di padre universale dell’ordine. Questi, a sua volta, era sorvegliato dagli abati delle 4 prime filiali: La Ferté, Pontigny, Chiaravalle, Morimond, che erano state fondate dai quattro primi padri dell’ordine.

Ogni anno, a Cîteaux, si radunavano gli abati di tutti i monasteri per i capitoli generali, i quali costituivano come l’assemblea legislatrice dell’ordine, con facoltà d’interpretare le Consuetudini di Cîteaux.

Abbazia di Cîteaux (Cistercio) a sud di Dijon

Per comprenderne la complessità organizzativa basta considerare che solo Clairvaux aveva 80 abbazie-figlie, le quali a loro volta avevano prodotto altre filiazioni, per un totale di circa 358 abbazie, il cui insieme costituisce “il mondo Chiaravallese”.

pagina a cura di Mario Maria Molinari

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *